STOP A BOLLETTE OGNI 28 GIORNI

La Commissione del Senato approva l’emendamento Nella giornata di ieri, 14 novembre 2017, la Commissione Bilancio del Senato ha dato il via libera all’emendamento che vieta la fatturazione da parte dei gestori delle telecomunicazione con cadenza di 4 settimane. “L’UGCons esprime la sua soddisfazione per il passo avanti fatto e ci auguriamo che sia mantenuto il punto fino a conclusione dell’intero iter parlamentare – afferma il Presidente dell’Unione Generale dei Consumatori, Paolo Mattei. “Nell’attesa che che la Legge di Bilancio […]

UGCONS e PopolodeiConsumatori

Il giorno 29 dicembre 2016, presso la sede nazionale UGCons, è stata approvato il progetto di fusione per incorporazione dell’associazione “Il Popolo dei Consumatori” nell’associazione “Unione Generale Consumatori – UGCons” La fusione è il risultato cui si è giunto dopo una profonda riflessione volta a migliorare l’attività di rappresentanza e tutela dei consumatori e degli utenti. Il processo di fusione per incorporazione avviato non si limita a una mera sommatoria delle preesistenti struttura, ma è animato dalla volontà di costruire un […]

La truffa delle quattro banche popolari

“IL GOVERNO SALVA DAL FALLIMENTO LA BANCA DELL’ETRURIA E DEL LAZIO, LA BANCA MARCHE, LA CARIFE E LA CARICHIETI SULLA PELLE DI MIGLIAIA DI AZIONISTI ED OBBLIGAZIONISTI” SE ANCHE TU HAI VISTO SFUMARE I RISPARMI CHE TENEVI IN UNA DELLE QUATTRO BANCHE INDICATE COMPILA IL MODULO DI CONTATTO CLICCANDO QUI SIAMO PRONTI AD AGIRE IN QUALSIASI SEDE PER TUTELARE CHIUNQUE SIA STATO COINVOLTO Il Governo ha deliberato un intervento da 3,6 miliardi utile al salvataggio di alcune banche: Cassa di […]

Campagna “Canone Rai non mi avRai!”

  Ecco la soluzione prospettata dal governo Renzi per obbligare al pagamento del canone RAI: inserirlo direttamente nella bolletta dell’energia elettrica!! Da Luglio 2016, infatti, l’importo di € 100,00 previsto per il canone sarà inserito all’interno delle fatture di consumo dell’energia elettrica, in diverse tranches. La prima sarà nel mese di luglio 2016 e sarà pari a € 70,00, le seguenti pari a € 10,00 fino a raggiungere, appunto, i 100 euro. Posto che le imposte vanno pagate e la […]