Canone Rai in bolletta: informazioni per i Consumatori.

FACCIAMO CHIAREZZA

Dal 2016 il canone RAI viene addebitato nella bolletta della luce, stiamo parlando di un’imposta sul possesso di “apparecchi atti o adattabili alla ricezione di radioaudizioni televisive in Italia”.
Molti cittadini, recandosi presso i nostri sportelli, chiedono se in caso di non pagamento del canone RAI e/o non detenzione di un televisore, venga staccata la luce: la risposta è che si è liberi di pagare soltanto l’importo riguardante i consumi elettrici, escludendo l’imposta sulla tv.
Ciò non comporta l’interruzione della fornitura elettrica ma si può incorrere in sanzioni (pari a cinque volte lo stesso canone) dovute al mancato pagamento del canone, nell’eventualità in cui non si provveda ad inviare l’apposito modulo di esonero all’Agenzia delle Entrate, allegato in tale articolo.
L’intestazione del contratto di fornitura nella casa di residenza sottintende il possesso del televisore e quindi, per non ricevere automaticamente l’addebito dell’abbonamento RAI in bolletta, è necessario comunicarlo all’Agenzia delle Entrate ogni anno, in quanto la dichiarazione ha valore per il solo anno in cui è stata presentata!
Sono esonerati dal pagamento del canone RAI: le persone con almeno 75 anni di età entro il termine per il pagamento del canone di abbonamento RAI (attualmente il 31 gennaio e 31 luglio di ogni anno); coloro i quali dichiarano un reddito inferiore ad 8.000 euro annui, sommandosi anche quello del coniuge. Ed ancora, sono esonerati gli agenti diplomatici; i funzionari ed impiegati consolari; oltre che militari di cittadinanza non italiana o il personale civile non residente in Italia appartenente alla forza Nato.
È bene specificare che, in caso di canone RAI versato per errore, si dovrà presentare richiesta di rimborso al proprio fornitore di energia elettrica entro il 30 giugno dell’anno successivo. Sarà compito di quest’ultimo restituire il denaro all’utente nella prima bolletta utile.
Ed ancora, il canone Rai si paga solo per quegli apparecchi che ricevono il segnale terrestre e/o satellitare delle trasmissioni radiotelevisive, non includendo perciò gli apparecchi che permettono la visione della televisione via internet.