Banche, bollette e vacanze, ecco i rimedi in arrivo da UGCons

Parlano gli avvocati Carla Capri e Manuela Rongioletti dello sportello di Roma.

ROMA – Anche le banche nel mirino di UgCons, lo confermano gli avvocati Manuela Rongioletti e Carla Capri dello sportello romano. Le maggior parte delle azioni riguarda le utenze luce e gas e telefoniche, ma sono tante anche le istanze contro le banche. Cosa fare? Le iniziative non mancano. E ne stanno arrivando anche molte per i vacanzieri estivi.

 

Possiamo fare un primo bilancio sullo sportello di Roma? Come sta rispondendo il territorio. Cosa riguardano principalmente le segnalazioni dei consumatori?

Manuela Rongioletti: “A distanza di circa tre anni dall’operatività dello sportello per i   consumatori dell’Associazione UgCons Roma, possiamo di certo affermare che le segnalazioni e, di conseguenza, le adesioni, sono state numerose. Prevalentemente le segnalazioni hanno riguardato il settore delle telecomunicazioni ed il settore energia-gas-idrico: quanto alla telefonia relativamente ai servizi non richiesti ai disservizi di linea ed alle bollette non corrispondenti al contratto sottoscritto, quanto alle forniture di luce e gas relativamente ai conguagli con richieste di somme eccessive ed inaspettate (bollette pazze),verificatesi soprattutto dopo il cambio dei contatori da parte delle committenze. Seppur meno numerosi, ma comunque di rilievo, le richieste di sostegno da parte dei cittadini riguardo al settore dei servizi bancari, con interesse soprattutto per il controllo dei contratti di mutuo bancari – anatocismo e usura bancaria -. Ha destato e desta preoccupazione per l’associazione dei consumatori la richiesta riguardo le istanze di risoluzione per il sovra indebitamento personale, da trattare sia con in fase stragiudiziale che in fase giudiziale.”

Carla Capri: «Lo sportello UGCONS di Roma ha intercettato utenti consumatori che si trovano a fronteggiare complesse normative e regolamenti, nonché la difficile comprensione ed interpretazione dei rapporti contrattuali con le aziende che forniscono beni e servizi. Le casistiche più ricorrenti riguardano la fornitura di servizi di energia, acqua, telefonia e forniture on line, In questa materia le principali cause del reclamo sono la poca chiarezza informativa della bolletta, i costi occulti che si trovano all’interno della stessa e soprattutto la difficoltà di comprensione effettiva di tutte le clausole contrattuali, troppo spesso sempre favorevoli al fornitore».

 

Qual è stato, se c’è stato, il vuoto colmato da UgCons?

MR: «Lo sportello di Roma ha rintracciato quei consumatori scontenti che si sentono vessati e disarmati rispetto alle richieste economiche, ai disservizi operati dalle Aziende fornitrici, soprattutto di quelle che erogano servizi essenziali, cittadini che, incapaci di trovare risposte immediate da parte dai vari costumer car service telefonici messi a disposizioni dalle Aziende, cercano soluzioni fattive ed immediate nella consulenza dei Professionisti».

 

CC: «Lo Sportello per il Consumatore all’interno della nostra struttura ha avuto il merito di fornire ai nostri associati e a tutti i cittadini ulteriori informazioni, assistenza e tutela, dando le indicazioni necessarie per la soluzione di disservizi. Allo sportello possono rivolgersi tutti i clienti finali di beni e servizi che attraverso di noi possono presentare segnalazioni, istanze e reclami dinanzi ad errori ed eventuali soprusi da parte delle Società fornitrici».

 

Quali sono state le principali battaglie iniziate e con quali risultati fino ad oggi?

MR: «Come detto, seppur in numero minore, la UgCons ha rilevato una casistica di utenti in difficoltà da sovra-indebitamento ed è a tale consumatore che gli avvocati dello sportello hanno cercato di prestare la loro assistenza, che ha richiesto interventi multi direzionati, con prevalenza gestionale nel settore bancario e finanziario».

 

CC: «Sicuramente quelle in materia di diritto bancario e quelle relative alle forniture di luce, gas e telefonia, con il risultato finora di avere avviato istanze nei confronti delle società di servizi a tutela degli interessi dei singoli».

 

Che influenza hanno internet e i social sulle dinamiche legate al consumo? Si stanno aprendo nuovi fronti di azioni per l’associazione?

MR: «Pleonastico dire che, ad oggi, sia internet che i social media debbano considerarsi, anche in materia di tutela del consumerismo, gli strumenti di primo approccio alla tutela dei diritti del consumatore. La vasta informazione presente, sia sui media che sul web, lascia pochi margini alla disinformazione, ma ne lascia alla necessaria corrispondenza personale che, come confermano i nostri avvocati, il cittadino ricerca nella soluzione dei propri problemi, un utente-consumatore che cerca e trova, presso il nostro sportello, un professionista qualificato, pronto a rispondere alle domande e a dare risposte, spiegazioni e soluzioni fattive che, difficilmente può trovare sul web. UgCons mette a disposizione degli associati anche lo sportello on-line utile per le prime consultazione che, comunque, si concretizzano in appuntamenti con i Professionisti».

 

CC: «La comunicazione Web dello Sportello del Consumatore rappresenta un elemento fondamentale per la diffusione della cultura consumeristica in generale, garantendo al consumatore una sempre più puntuale e precisa informazione ed offrendogli una sorta di consulenza a distanza. Inoltre attraverso il sito è possibile, previa registrazione on line, iniziare il percorso di comunicazione e attivazione del processo di reclamo, possiamo dire che il sito rappresenti proprio un elemento interattivo a disposizione dell’utente consumatore».

 

Quali sono i progetti su cui state lavorando?

MR: «Stiamo cercando di rafforzare i rapporti di collaborazione con le Aziende erogatrici di servizi, maggiormente presenti sul mercato per una migliore collaborazione anche tramite le conciliazioni paritetiche, in funzione dei Protocolli di Conciliazione, strumenti finali ed essenziali per risoluzione dei contrasti tra azienda ed utente consumatore, ciò ovviamente al fine di garantire sempre di più i nostri iscritti».

 

CC: «Il progetto principale di un’associazione giovane è in primis quella di radicarsi in tutto il territorio di riferimento: cittadino, provinciale, regionale ed infine nazionale. Allo scopo si stanno attivando iniziative territoriali in collaborazione con i nostri partners di riferimento associativo e sindacale. Il messaggio che si vuole dare è che la democrazia è un valore che va tutelato anche attraverso un corretto uso dell’informazione al consumo. D’altronde un consumo responsabile è un motore sociale che tende a previleggiare prodotti e aziende serie, che sono anche garanzia di buon lavoro».

 

Prossime iniziative in programma?

MR: «Visto l’arrivo della stagione estiva e l’inizio delle vacanze, l’UgCons ritiene indispensabile fornire al consumatore-vacanziere un vademecum riguardo i suoi diritti per evitare “brutte sorprese” durante le vacanze e, quindi, fornirgli gli strumenti adeguati in prossimità dell’organizzazione del proprio viaggio, anche durante lo svolgimento».

 

CC: «Prevalentemente iniziative legate alla formazione del consumatore, ma anche campagne di comunicazione in vista delle vacanze e dei saldi».

 

Avv. Carla Capri
Avv. Manuela Rongioletti