EXPO – McDonald’s ci insegna a mangiare?

E così!

La Patria dell’agroalimentare che organizza l’esposizione universale dal pretenzioso titolo “nutrire il pianeta energia per la vita“, invece di bandire il cibo-spazzatura e puntare sulla qualità e salubrità dei prodotti, sceglie come sponsor ufficiali McDonald’s e Coca Cola.

E’ come dire che per la giornata mondiale della salute, l’OMS sceglie come frontman il virus ebola!

– I piani di ragionamento sono veramente molti e tutti danno esito pessimo, giusto un paio di spunti: sul piano dell’educazione alimentare è paradossale e sul piano della promozione dell’economia nostrana è boicottaggio!

E gli esimi sponsor?

Visto che sborsano fior di quattrini per mettere i loro enormi loghi sui padiglioni non ancora finiti, si permettono di sferrare vere e proprie bordate alla nostra cultura agroalimentare attentando alla salute dei nostri bimbi, come con l’ultimo spot McDonald’s in cui un bambino italiano rifiuta la pizza a fronte di un Happy Meal…

Che il nostro Paese avesse da tempo calato le brache di fronte agli strapoteri delle multinazionali era assodato da tempo, ma neanche un tentativo di salvare la faccia? Le spese sanitarie che il ostro paese dovrà sostenere i danni alla salute fatti da regimi alimentari sbagliati come quelli proposti dagli sponsor, verranno pagati con i guadagni dei biglietti di EXPO? –